Napoli - Castel Capuano e dintorni

Castel Capuano - Porta Capuana - Chiesa di Santa Caterina a Formiello - Chiesa di San Giovanni a Carbonara

Castel Capuano, il secondo castello pi? antico di Napoli. Di origine normanna, situato allo sbocco di via dei Tribunali, ? sede della sezione civile del tribunale di Napoli. La sua costruzione fu avviata nella met? del XII secolo per volere del re di Sicilia Guglielmo I detto ?il Malo?, figlio di Ruggero il Normanno, e fu portata a termine nel 1160 dall'architetto Buono. Dotato di robuste fortificazioni, Castel Capuano fu destinato subito alla funzione di residenza reale dei sovrani normanni.

Il Castello deve il suo nome al fatto di essere ubicato a ridosso di Porta Capuana, che si apre sulla strada che conduceva all'antica Capua. Costruita nel 1484 dal re Ferrante d'Aragona, la Porta ? stata d?allora il punto attraverso il quale si accedeva al centro della citt? provenendo da est, ed un crocevia di importanti vie di comunicazione. Ci? che oggi vediamo fa parte di un'opera di ri-fortificazione voluta a Napoli dal monarca aragonese di cui solo la porta si ? conservata. Nei pressi di Posta Capuana ? situata laChiesa di Santa Caterina a Formiello che custodisce opere di Picchiatti, Vaccaro, De Matteis, pavimenti maiolicati e tombe della famiglia Spinelli. L'attuale complesso sorge su di una precedente chiesa dedicata a Santa Caterina d'Alessandria, vergine e martire, con annesso convento di frati celestini, ed era detta a formiello (dal latino ad formis, "presso i condotti?, ?presso i canali"), in quanto nei suoi pressi penetrava in citt? l?antico acquedotto della Bolla ? Carmignano. Segue dopo la Chiesa di Santa Caterina a Formiello la Chiesa di San Giovanni a Carbonara, costruita a partire dal 1343, grazie alle donazioni del patrizio napoletano Gualtiero Galeota, sul luogo dove sorgeva un piccolo convento di agostiniani. Si annovera tra le chiese pi? ricche di opere d'arte della citt?. L'ampliamento che, all'inizio del quattrocento, fu voluto da Re Ladislao (che qui desiderava essere sepolto), port? alla costruzione di un nuovo chiostro a fianco di quello preesistente e la chiesa fu abbellita con marmi pregiati. Restaurata nel 1856, fu severamente danneggiata durante i bombardamenti del 1943.

?

?