Locri Epizefiri

La citt? di Locri fu fondata da coloni provenienti dalla Locride, in Grecia. Secondo quanto ci tramandano le fonti, i coloni furono guidati dall?ecista Evante e prima si insediarono presso il Capo Zefirio e?successivamente scacciarono gli indigeni e si trasferirono presso il colle di Esopis?non molto distante del Capo Zefirio.??

La data di fondazione della colonia ? fissata dalla tradizione storica agli anni 679-678 o 673-672 a.C. ma la documentazione archeologica consente di risalire alla fine dell?VIII secolo a.C.

Dalla fine del VII secolo a.C. , la citt? estende il proprio controllo sul versante tirrenico, nella piana di Gioia Tauro dove fonda le colonie di Medma e Ipponio.

Per quanto riguarda i resti rinvenuti appartengono a fasi e periodi diversi. Infatti, all?inizio del III secolo a.C. appartengono i resti della cinta muraria, mentre?poco pi? antico ? il teatro, che per? sub? rimaneggiamenti in et? romana che ne hanno alterato l?originario impianto greco.

Invece all?et? arcaica, circa al 600 a.C.,?risalgono parte dei resti della sto? a forma di U, messa in luce dagli scavi in localit? Centocamere.

Altri importanti resti sono stai rinvenuti in localit? Maras?, dove sono conservate le vestigia di un tempio pi? volte ricostruito tra la fine del VII e il principio del V secolo a.C. (attualmente sono visibili solo i resti pertinenti al basamento).

Altri resti appartenenti a templi sono stati rinvenuti in localit? Marafioti, dove era situato un tempio dedicato a Zeus Olimpo, e sul Colle della Mannella dove sono stati rinvenuti tracce di un tempio dedicato ad Athena.?Infine, in?una stipe votiva sono stati rinvenuti i famosi p?nakes, databili al 470-460, oggi in gran parte esposti al Museo di Reggio Calabria.