La Reggia di Caserta?

La Reggia di Caserta è uno dei complessi architettonici più importanti al mondo. La sua costruzione fu voluta da Re Carlo di Borbone. Il progetto fu commissionato a Luigi Vanvitelli, che avrebbe dovuto realizzare una nuova Versailles, una residenza in cui potesse riconoscersi il prestigio della casata reale dei Borbone.

La sua costruzione, continuata dal figlio di Luigi Vanvitelli, Carlo, fu ispirata anche da esigenze di sicurezza, poiché il luogo si presentava più sicuro di Napoli, che pochi anni prima era stata minacciata di essere bombardata dalla flotta inglese. La prima pietra fu posta nel 1752, durante una cerimonia solenne, e divenne patrimonio del demanio solo nel 1919.
La Reggia, costruita sul luogo in cui nasceva un modesto villaggio detto "La Torre", consta di 5 piani e presenta ben 1200 stanze.

Nello spazio di questo breve articolo è possibile citare solo alcune tra le opere e i luoghi di interesse più importanti della residenza reale. Tra questi, innanzitutto, bisogna citare gli appartamenti reali, la cui fattura vide all'opera numerosi artisti tra pittori, ebanisti e decoratori. E proprio le decorazioni delle stanze mostrano una gradevole commistione di due stili: quello "ferdinandeo", di pertinenza settecentesca, con riferimenti all'antico con continui richiami allegorici; il secondo, ottocentesco, lo stile "Impero", con ambienti realizzati durante il governo di Gioacchino Murat, che per l'arredo fece importare anche mobili dalla Francia.

Tra le sale più antiche vi sono: Sala degli Alabardieri; Sala delle Guardie del Corpo; Sala di Alessandro. Tra le sale dell' "Appartamento nuovo", realizzato nella prima metà dell'Ottocento, si trovano: Sala di Marte; Sala di Astrea; Sala del Trono. Ed ancora nell' "Appartamento del Re", realizzato nell'ultimo periodo di governo murattiano, vi sono: Sala del Consiglio; Salotto di Francesco II; Camera da letto di Francesco II; Camera da bagno. Per l' "Appartamento vecchio" tra le sale più rappresentative troviamo: Sala d'Estate; Sala da Pranzo o Sala d'Autunno; Fumoir o Sala d'Inverno; Studio di Ferdinando IV; Salottino del Re; Camera da letto di Ferdinndo IV; Gabinetto degli Specchi; Stanza da toilette della Regina; Sala da Ricevimenti; Sala delle Dame di Corte; Sala di Lettura; Sala ellittica con il presepe reale. Sono, inoltre, da visitare anche l' "Appartamento Murattiano" e il Teatrino di Corte, progettato e realizzato, anche nelle decorazioni, da Luigi Vanvitelli. Si ricordi che la Reggia di Caserta ospita anche il Museo dell'Opera e del Territorio.

Oltre l'eccezionale attrattiva della residenza reale, il complesso della Reggia di Caserta offre la straordinaria visita del suo parco, lungo circa 3 Km.
Lungo una direttrice lungitudinale, il parco presenta una successione di prati, vasche e fontane ornate da gruppi statuari che rappresentano vicende mitologiche legate all'acqua. Tra queste, deve essere visitata la Grande Cascata che conclude il Parco della Regina. L'acqua con un salto di quasi 80 metri, cade nella fontana decorata da statue che rappresentano il mito di Diana, dea della Caccia, e Atteone, trasformato in cervo.